BrianzaTornei.it » Corsi ginnastica postulare

Corsi ginnastica postulare

Ginnastica dolce Desio

La ginnastica posturale dolce ha lo scopo di sensibilizzare e tonificare la muscolatura dell’intero corpo, con l’obiettivo di conservare tutti i segmenti scheletrici ben allineati in modo da scongiurare atteggiamenti asimmetrici che a lungo andare porterebbero ad un cattivo funzionamento degli organi vitali.

La ginnastica posturale dolce e’ un insieme di esercizi che aiutano a prevenire e curare posture del corpo non naturali e sbagliate.

I nostri corsi si svolgono a Desio, sono due le  sedi:
– centro sportivo comunale (lunedì dalle 9 alle 10 e dalle 10 alle 11; martedì dalle 10:30 alle 11:30; giovedì dalle 9:30 alle 10:30; venerdì dalle 10:30 alle 11:30)
– centro aggregazione Spaccone (lunedì e giovedì dalle 9 alle 10)

Per informazioni: info@brianzatornei.it

Alla base della rieducazione posturale (ginnastica posturale)  globale c’è la teoria delle catene muscolari, definite come le macro unità funzionali che raggruppano diverse strutture (muscolari, tendinee, ligamentose e fasciali) e sono caratterizzate da azioni e funzioni motorie comuni e/o sinergiche.

La tecnica prevede una specifica metodica di valutazione del paziente strettamente legata al trattamento riabilitativo.

Questa tecnica, studiata per l’applicazione in patologie della colonna vertebrale, tra cui il dolore lombare cronico, e nello sviluppo della muscolatura toraco-addominale, permette di ottenere un riequilibrio funzionale dell’apparato muscolo scheletrico portando la postura del soggetto alla naturale fisiologia. Tuttavia tale tecnica è ancora oggetto di studio e sono presenti critiche alla reale efficacia del metodo, basate soprattutto sulla qualità degli studi condotti.

La postura è la posizione del corpo umano nello spazio e la relativa relazione tra i suoi segmenti corporei. La postura può essere: in stazione eretta (monopodalica o bipodalica), da seduto, in decubito (prono, supino, laterale).

La corretta postura può definirsi sinteticamente come la “deformazione coerente della gravità”, in altre parole la corretta postura altro non è che la posizione più idonea del nostro corpo nello spazio per attuare le funzioni antigravitarie con il minor dispendio energetico sia in deambulazione che in stazionamento; ad essa vengono a concorrere vari fattori (neurofisiologici, biomeccanici, emotivi, psicologici e relazionali).

Contribuiscono a problemi di postura un terreno piano che offre un numero ridotto e poco variabile (nel tempo e nello spazio) di messaggi di ritorno tramite il nostro piede, così come l’uso di scarpe con tacco alto che non fanno arrivare le informazioni dal terreno alla pianta del piede. Pertanto, la peggiore combinazione si ha con l’uso di scarpe alte su un terreno piano; la migliore, invece, con scarpe basse (al limite a piedi nudi) su terreno non uniforme, come camminare a piedi nudi sulla battigia o indossare scarpe basse durante un trekking.

Nell’ambiente oggi utilizzato nei paesi sviluppati, il terreno, ossia la superficie sulla quale si sviluppa l’antigravitarietà posturale, è piano. La postura è inquinata dal terreno piano e per conseguenza si rendono necessarie interfacce uomo/ambiente che consentano il riposizionamento spaziale corporeo con le caratteristiche di correttezza antigravitaria.

Ginnastica posturale
Ginnastica posturale

Ginnastica posturale